Di lui vi sono pochissime notizie certe; si ignora da dove venisse, chi fosse e quando visse. La sua vita si pone nell’VIII secolo a causa dell’incontro con i due santi Willibaldo († 787) e Wunibaldo († 761). Il 26 marzo 1425 papa Martino V lo canonizzò.

S. Stefano
Consacrato re d'Ungheria nella notte di Natale dell'anno mille con il titolo di "re apostolico", organizzò la vita politica del suo popolo riunendo le 39 contee in unico regno, e quella religiosa gettando le fondamenta di una solida cultura cristiana. Egli divise il territorio in diocesi ed eresse chiese e monasteri. Aveva sposato la principessa, Gisella di Baviera che lo sostenne nella sua opera e che alla sua morte si richiuse nel monastero benedettino di Passau.

S. Emerico
Venne educato dal 1015 al 1023 da san Gerardo abate benedettino veneziano. Sposò una principessa bizantina, ma secondo una sua biografia redatta fra il 1109 e 1116, egli visse durante il matrimonio in perfetta castità, collaborando con il padre re Stefano alla conversione dei sudditi. In seguito ad un incidente di caccia Emerico morì nel 1031 ad Alba Regale in Ungheria.

 

Stanislao Kostka, nato nel 1550, proveniva da una nobile famiglia. A tredici anni venne mandato a studiare a Vienna, nella scuola dei gesuiti. Stanislao, nel corso di una grave malattia maturò il proposito di entrare nell’ordine dei Gesuiti. Per questo fuggì da Vienna alla volta di Dillingen. Nonostante la reazione del padre il giovane fu irremovibile. Andò a Roma per il noviziato. Morì il giorno dell’Assunta, a diciott’anni, nel 1568. Fu il primo beato della Compagnia.

San Simeone, nativo di Siracusa, visse in parte in Terra Santa e in parte nell’Europa settentrionale. Eremita e monaco in Palestina e sul Monte Sinai, fu poi inviato con un confratello in Normandia per riscuotere un necessario tributo dal duca Roberto II. Appresa la morte di quest’ultimo, non restò a Simeone che porsi al servizio del vescovo di Treviri, Poppone, su consiglio dei suoi amici Riccardo, abate di Verdun, ed Eberwino, abate di San Martino. Condusse vita eremitica presso Treviri, ove morì. Si sviluppò presto, su di lui, una forte fama di santità.

Dio, che predilige i semplici, ricondusse Salvatore a Barcellona (1541), nel convento di Santa Maria di Gesù. Il Padre Provinciale dei Frati Minori lo accolse senza difficoltà nel noviziato, benché non sapesse né leggere né scrivere. In lui nulla fu notato di singolare o difettoso da correggere. Era tanto semplice e di vita tanto pura, che pareva non sapesse far altro che servire il Signore. Dopo aver lavorato sodo tutto il giorno, a mezzanotte giungeva primo in coro per la recita di Mattutino. Dopo l'ufficio, senza eccezione, si flagellava, talvolta fino al sangue e portava il cilicio, col permesso del confessore al quale ogni mattina, prima dell'alba si confessava. Serviva quindi la prima Messa e faceva la comunione, contrariamente all'usanza del tempo.

Questo santo benedettino nacque nel 647 nel Northumberland (Inghilterra). Si addestrò alla vita monastica sotto la direzione di S. Egberto (639-729), suo compatriota. Con lui passò in Irlanda, nel monastero di Rathmelsigi, dove si preparò alla vita apostolica nel ritiro e nella penitenza.

Redazione Segnala "

Il principale redattore della raccolta degli insegnamenti del Santo fu Ugo di Lacerta, un cavaliere quarantenne dei dintorni che, verso il 1109, si era unito al piccolo gruppo di Stefano e ne era diventato il confidente. Il suo Liber Sententiarum ci fa conoscere l'ideale religioso del Santo, preoccupato più dell'osservanza dell'evangelica povertà che della organizzazione claustrale, nella pratica di una vita di preghiera e di lavoro. L'elemosina dei beni materiali e spirituali, indifferentemente dati e ricevuti, costituiva un aspetto importante della sua vita eremitica, che in seguito fu trasformata in cenobitica.

"
Redazione Segnala "

S. Scolastica - stando almeno alla tradizione risalente forse a S. Gregorio il Grande (+604) - fu la sorella gemella di S. Benedetto. Gli unici dati biografici attendibili li desumiamo dai Dialoghi di papa Gregorio, opera scritta non con intenti storici, ma a scopo di edificazione e tuttavia molto attendibili nelle linee fondamentali. Quando Zotone, duca longobardo di Benevento, distrusse il monastero benedettino (589), i monaci trovarono rifugio a Roma presso il Laterano, e Gregorio ebbe modo di conoscere dalla loro viva voce quanto ci ha tramandato. Per tutto il corso della vita di Benedetto, egli ci fa ricomparire dinanzi Scolastica solo tre giorni prima della morte di lei. Non è improbabile che la Santa lo avesse già seguito a Subiaco per restare nel raggio della sua influenza spirituale.

"
Redazione Segnala "Un giorno egli uscì improvvisamente dal suo modesto ritiro, e percorse le vie del villaggio per chiamare alla chiesa i chierici e i laici. Con accenti misti a umiltà e a convinzione disse agli uditori che erano minacciati da un imminente pericolo: "I barbari sono molto vicini; chiudete le porte della città; mettetevi in stato di difesa e soprattutto pregate, fate penitenza". Il popolo non prestò ascolto alle ispirate parole dell'eremita. I sacerdoti stessi non si mostrarono disposti a prendere sul serio le proposte dello sconosciuto che si atteggiava a profeta. In preda ad una giusta indignazione, Severino lasciò la chiesa, ritornò presso il suo ospite e gli predisse il giorno e l'ora del disastro. Poi, allontanandosi, dichiarò: "Per parte mia, abbandono questa città ostinata e votata ad una prossima distruzione".
"
Redazione Segnala "Un giorno, non essendo potuto uscire al pascolo a causa della neve, si recò in chiesa. Qui udì la lettura delle beatitudini evangeliche e ne rimase emozionato. Un vegliardo, al quale aveva chiesto come fosse possibile conseguire la felicità che promettevano, gli suggerì di abbandonare il mondo. Simeone entrò in un'altra chiesa e, prostrato per terra, pregò a lungo il Signore perché gli mostrasse il modo di fare la sua volontà. S'addormentò; e in sogno gli sembrò di scavare le fondamenta di una casa. Tra una sosta e l'altra, una voce più volte lo ammonì: "Scava più a fondo". Quando le fondamenta raggiunsero una certa profondità, la stessa voce gli disse: "Adesso puoi costruire l'edificio all'altezza che vorrai". "
Redazione Segnala "

Santa: il prodigio della virtù discreta e diffusiva

Ora che la vita di Santa è “sotto inchiesta”, saranno in molti a non trovarci niente di prodigioso, niente di straordinario, d’eccezionale o di stravagante nel suo vissuto quotidiano.

Un’infanzia comune in un caseggiato anonimo di un grigio rione popolare di Bari che di radioso ha solo il nome: il quartiere Libertà. L’avviamento alla vita cristiana esercitato con tanti altri bambini presso la vicina parrocchia SS. Redentore: il catechismo, i primi sacramenti, la vita di parrocchia. Il dovere scolastico assolto, come da altri ragazzi e giovani, con senso di responsabilità e continuità d’applicazione, prima nelle scuole dell’obbligo, poi nel liceo classico e nell’università.

"
Redazione Segnala "

Santo Stefano, primo re cristiano degli ungheresi

JÓZSEF TÖRÖK - Docente di storia della Chiesa alla Facoltà di Teologia di Budapest

Le celebrazioni dell'anno 2000 coincidono con quelle del millesimo anniversario dell'esistenza dello Stato cristiano ungherese. Fu infatti nell'autunno del 1000 che Papa Silvestro II inviò la corona a re santo Stefano. Il granduca ungherese venne consacrato re ed incoronato in occasione del Natale del 1000 ad Esztergom, dove, sulla Cittadella, già a quel tempo, esisteva la chiesa dedicata al protomartire santo Stefano.

"
Redazione Segnala "

E’ il patrono della Polonia. La tradizione lo fa discendere dal ceppo polacco dei Prus-Turzyma di Szezepanowo, a trentacinque chilometri da Cracovia, capitale del regno, dove nacque tra il 1030 e il 1035. I suoi genitori erano molto illustri soprattutto per la rara pietà e l'amore verso i poveri. In essi i miseri, le vedove, gli orfani e i malati trovavano aiuto e conforto. Nel loro zelo fecero pure costruire sulle loro terre una chiesa dedicata a S. Maria Maddalena. A rendere completa la loro felicità mancava ancora, dopo trent'anni di matrimonio, un figlio. Quando, umanamente parlando, non era lecito nutrire speranze di averne, Dio diede loro Stanislao in premio delle loro preghiere, penitenze e opere di misericordia che di continuo compivano.

"
S - Santi S: San Sebastiano
Redazione Segnala "

Santo Martire

Patrono dei Vigili Urbani (20 gennaio)

Lo dicono di Milano ma è più probabile che di Milano sia stata la madre, moglie di un funzionario imperiale di Narbona, nella Gallia meridionale. Fu martirizzato a Roma, e il suo culto è sempre molto popolare; di lui si sono spesso impadroniti la letteratura e il cinema (a volte con esiti discutibili).

"

Ricerca di contenuti cattolici

Sottocategorie

· Tutte le Categorie
· Ap - Apologetica
· Ap - Chiesa primitiv
· Ap - Nemici della Ch
· Ap - Non cattolici
· Ap - Quesiti di stor
· Ap - Temi controv.
· B - Beati A
· B - Beati B
· B - Beati C
· B - Beati D
· B - Beati E
· B - Beati F
· B - Beati G
· B - Beati H-L
· B - Beati M
· B - Beati N-O
· B - Beati P-R
· B - Beati S-T
· B - Beati U-Z
· B - santi e beati
· Bib - Come interpret
· Bib - Errori esegesi
· Bib - Testi inelud.
· Ch - Contro corrente
· Ch - Crisi
· Ch - Persecuzioni
· Ch - Sentire nella C
· Cont - Dissenso catt
· Cont - Eretici mod.
· Cont - Miscellanea
· Cont - Teol liberaz.
· Dev - Altre devoz.
· Dev - Devoz. Mariane
· Dev - Sacro Cuore
· Dev - San Giuseppe
· Dev - SS Eucarestia
· Ec - Attualità ecum.
· Ec - Dialogo interr.
· Ec - Magistero fond.
· Ec - Orientali
· Ec - Temi ecum.
· Ev - Asp. particol.
· Ev - Catechesi
· Ev - Islam
· Ev - Nuova evangel.
· Ev - Testimoni di G.
· Fil - Breve corso
· Fil - Gnoselogia
· Fil - Miscellanea
· Fil - Temi metafisic
· Fil- Storia filosof.
· Lit - Anno liturgico
· Lit - Congr Culto
· Lit - Direttorio lit
· Lit - Miscellanea
· Lit - Ore liturgiche
· Lit - Santa Messa
· Mor - Bioetica
· Mor - Dott. Sociale
· Mor - Economia
· Mor - Omosessualità
· Mor - Pace e pacif.
· Mor - Questioni
· Mor - Sull'Aids/Hiv
· Pont.Cons.Testi Leg.
· S - Santi A
· S - Santi B
· S - Santi C
· S - Santi D
· S - Santi E
· S - Santi F
· S - Santi G
· S - Santi H-K
· S - Santi in cammino
· S - Santi L
· S - Santi M
· S - Santi N-P
· S - Santi Q-R
· S - Santi S
· S - Santi T
· S - Santi U-Z
· Sac - Celibato sac.
· Sac - Laicato
· Sac - Perfectae char
· Sac - Spiritualità
· Sacr - Battesimo
· Sacr - Confermazione
· Sacr - Eucarestia
· Sacr - Istit da Gesù
· Sacr - Matrimonio
· Sacr - Ordine
· Sacr - Penitenza
· Sacr - Sacramentali
· Sacr - Unzione inf.
· Sc - Evoluzionismo
· Sc - Psicologia
· Sc - Scienza e fede
· Storia - età antica
· Storia - Modernità
· Storia - Secolo lumi
· Storia cristiana
· Teol - Ascetica
· Teol - Dir. canonico
· Teol - Fondamentale
· Teol - Mariologia
· Teol - Morale
· Teol - Patristica
· Teol - Questio disp.
· Tom - Magistero pont
· Tom - Scritti di Tom
· Tom - Scritti su Tom
· Vita - Attualità
· Vita - Catechesi
· Vita - Educazione
· Vita - Famiglia
· Vita - Figli&consigl
· Vita - La droga
· Vita - Le virtù
· Vita - Preghiera
· Vita - Procreazione
· Vita - Vita interior

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder

TT Forum News