Nasce a Bologna nella seconda metà del X secolo. Parte per l'oriente per fare l'eremita. E a Il Cairo Bononio si dedica a opere di carità a sostegno delle popolazione, con cui costruisce anche alcune chiese. Contribuisce alla liberazione del vescovo di Vercelli, Pietro, fatto prigioniero dagli arabi dopo la sconfitta subita da Ottone II a Stilo. Ritornato in patria il vescovo nomina Bononio abate del monastero di Lucedio dove, forte della sua profonda spiritualità, il santo ripristina la disciplina dei religiosi e si adopera per aiutare la popolazione locale. Bononio muore il 30 agosto del 1026.

Apostolo, martire nato nel I secolo a Cana, in Galilea, morì verso la metà del I secolo probabilmente in Siria. La passione dell'apostolo Bartolomeo contiene molte incertezze: la storia della vita, delle opere e del martirio del santo è inframmezzata da numerosi eventi leggendari. Dopo la resurrezione di Gesù Cristo, Bartolomeo fu predicatore itinerante (in Armenia, India e Mesopotamia). Divenne famoso per la sua facoltà di guarire i malati e gli ossessi. Bartolomeo fu condannato alla morte Persiana: fu scorticato vivo e poi crocefisso dai pagani.

Giovanni (questo il nome di battesimo) sui 40 anni si ritira ad Accona, per vivere da eremita con alcuni amici. Dopo qualche anno, gli eremiti decidono di unirsi e di vivere in comunità sull’altura di Monte Oliveto, presso Buonconvento, a sudest di Siena. Qui nasce nel 1319 il monastero di Santa Maria, con la Regola benedettina. Si ritrova quindi fondatore e capo di un Ordine religioso, coi suoi “monaci bianchi”, presenti sempre a Monte Oliveto anche all’inizio del Terzo Millennio, fedeli alla Regola benedettina del pregare e lavorare.

Bernardo fu padre dell'Ordine Cistercense. Il bene della Chiesa lo spinse spesso a dedicarsi alle più gravi questioni politico-religiose del suo tempo. Fu maestro di guida spirituale ed educatore di generazioni di santi. Ispirò un devoto affetto all'umanità di Cristo e alla Vergine Madre. Muore per tumore allo stomaco. Seppellito nella chiesa del monastero, durante la Rivoluzione francese i suoi resti andranno dispersi, tranne la testa, ora nella cattedrale di Troyes. Alessandro III lo proclama santo nel 1174. Pio VIII, nel 1830, gli dà il titolo di Dottore della Chiesa.

Beatrice de Silva Meneses, portoghese, nacque a Ceuta (Nord Africa) nel 1424 in una famiglia nobile imparentata con la famiglia reale portoghese. La sua bellezza suscita la gelosia della regina Isabella che la rinchiude per tre giorni in una cassapanca, col rischio di perdere la vita, finchè Beatrice non fa voto di castità e parte per Toledo dove entra nel convento cistercense di San Domenico. La religiosa fonda l'ordine dell'Immacolata Concezione. Muore a Toledo il 1° settembre 1490 ed è proclamata santa nel 1976 da Paolo VI.

Nacque a Thuret il 14 giugno 1805 e fu battezzato col nome di Pietro Romançon. Per molti anni fu addetto a varie scuole dove si fece dovunque apprezzare dai confratelli, per la sua dolcezza, e dagli alunni, per la sua sapienza pedagogica. Particolare impegno mise sempre nell'insegnamento del catechismo: in questa materia non ammetteva che alcun alunno rimanesse ignorante. Prendeva perciò a parte i più tardivi e con essi insisteva, fino a che avessero imparato a dovere le formule e il loro senso.  Il 21 settembre1841 Benildo fu inviato a Sangues, a fondare e dirigere una nuova scuola, richiesta da quel comune e finanziata con pubblica sottoscrizione, ed ivi rimase fino alla morte che avvenne il 13 agosto 1862.

Nacque a Lovere, in provincia di Bergamo e diocesi di Brescia il 13 gennaio 1807. Dalla sua preoccupazione per i segni lasciati dal periodo napoleonico soprattutto tra la gioventù femminile ebbe origine la congregazione delle suore di Maria Bambina. Bartolomea, inizialmente, operò nel piccolo ospedale fondato a Lovere dalle sorelle Caterina e Rosa Gerosa, dove divenne, giovanissima, direttrice ed economa. Nel 1829 scrisse le regole della nuova istituzione che sorse il 21 novembre 1832. Bartolomea, però, morirà il 26 luglio 1833. E' stata canonizzata nel 1950.

Compatrona d'Europa, venerata dai fedeli per le sue «Rivelazioni», nacque nel 1303 nel castello di Finsta, in Svezia. Sposò Ulf Gudmarson, governatore dell'Östergötland, dal quale ebbe otto figli. Cristo le affidò il compito di fondare un nuovo ordine monastico. Nel 1349 Brigida lasciò la Svezia per recarsi a Roma, per ottenere un anno giubilare e l'approvazione per il suo ordine ma poi rimase a Roma fino alla sua morte avvenuta il 23 luglio 1373. La sua canonizzazione avvenne nel 1391 ad opera di Papa Bonifacio IX.

Bruno nacque a Solero d'Asti nel 1040. Dopo aver conseguito la laurea presso l'Università di Bologna, decise di ritirarsi nel monastero di Montecassino. A Roma ebbe l'incarico di confutare l'eretico Berengario. Bruno confutò così sapientemente l'eretico, che Gregorio VII stesso lo consacrò e nominò vescovo di Segni. Fu imprigionato più volte: a Segni e a Roma nella mole Adriana. Dopo la liberazione, Bruno, desideroso di pace, trascorse nel chiostro benedettino gli ultimi anni della propria vita, seguendo con cura la Regola, tanto che dopo soli cinque anni di vita monastica venne eletto abate di Montecassino. Qui morì il 18 luglio 1123.

Giovanni Fidanza, bambino, fu guarito da san Francesco, che avrebbe esclamato: « Oh bona ventura ». Gli rimase per nome ed egli fu davvero una «buona ventura» per la Chiesa. Entrò nell'Ordine dei Frati Minori. Insegnò teologia all'università di Parigi. Nel 1257 venne eletto generale dell'Ordine francescano. Scrisse numerose opere tra cui la «Legenda maior», biografia ufficiale di San Francesco. Fu nominato vescovo di Albano e cardinale. Mentre partecipava al II Concilio di Lione, che segnò un riavvicinamento fra Chiesa latina e Chiesa greca, morì il 15 luglio 1274.

Nato in una famiglia illustre di Carpi, inizialmente si avvia per la strada dei “pubblici uffici”. Dopo alcuni incarichi in Piemonte passa al servizio del governo vicereale in Napoli, anch’essa città soggetta alla Spagna, dove però la sua carriera s’interrompe perchè frequenta i Gesuiti e decide di essere uno di loro, abbandonando codici e carriera. Ordinato sacerdote nel 1567 Bernardino diventa il maestro dei novizi gesuiti. Sette anni dopo, a Lecce, crea un collegio al quale si dedicherà fino alla morte. Si dedica alla gente di Lecce e gli si attribuiscono vari miracoli già da vivo. Si spegne a 86 anni. Papa Pio XII lo proclamerà santo nel 1947.

Blandina era una schiava cristiana, arrestata insieme alla sua padrona durante le persecuzioni scatenate a Lione nel 177 d. C. Ella dimostrò una fermezza straordinaria nell’affrontare il martirio. Ripeteva “io sono cristiana e tra noi non c’è nessun male”. Fu condotta inizialmente nell’anfiteatro dove sopravvisse ai vari supplizi. Rimasta sola, su di lei si accanì la ferocia pagana: ignuda e ricoperta con una rete, fu esposta ai lazzi degli spettatori ed alla furia di un toro. Infine fu finita con la spada. Santa Blandina, schiava nella vita, ma eroica e gloriosa martire nella morte, è raffigurata da secoli nell’arte, con gli attributi del suo supplizio: la rete, la graticola, il palo, i leoni, il toro.

Barnaba (figlio della Consolazione), era un levita originario di Cipro, padrone di un campo che vendette e di cui consegnò l'importo ai piedi degli apostoli.  Era uomo virtuoso, pieno di Spirito Santo e di fede. Esortava tutti a perseverare con cuore risoluto nel Signore. Accreditò Paolo di fronte alla Chiesa e fu suo compagno nel primo viaggio missionario e nel primo Concilio di Gerusalemme. Fatto ritorno all’isola di Cipro, sua patria di origine, vi diffuse il Vangelo.

Monaco di nome Vinfrido, nato nel 673 dC. in Inghilterra. Si recò a Roma ove fu ordinato vescovo da papa san Gregorio II col nome di Bonifacio. Venne quindi  mandato in Germania ad evangelizzare quelle genti, dove ottenne moltissime conversioni alla religione cristiana. Come sua sede vescovile scelse la città di Magonza. Fondò la celebre abbazia di Fulda. Morì nel 754, trafitto con la spada dalla furia dei pagani.

Trascorse tutta la sua vita nel monastero di Jarrow in Inghilterra,  dedicandosi solo alla preghiera, allo studio e all'insegnamento. Della sua vasta produzione letteraria restano opere esegetiche, ascetiche, scientifiche e storiche. Tra queste c'è l'Historia Ecclesiastica Gentis Anglorum, un'opera letteraria universalmente riconosciuta da cui emerge la Romanità (o meglio l'universalità) della Chiesa. 

Canonizzato nel 1450, cioè a soli sei anni dalla morte, nacque nel 1380 a Massa Marittima, dalla nobile famiglia senese degli Albizzeschi. Vestito l'abito francescano dell’Ordine dei Minori, divenne uno dei principali propugnatori della riforma dei francescani osservanti. Evangelizzò le folle con la parola e con l’esempio e diffuse la devozione al santissimo nome di Gesù, esercitando instancabilmente il ministero della predicazione con grande frutto per le anime. Stenografati con un metodo di sua invenzione da un discepolo, i discorsi in volgare di Bernardino sono giunti fino a noi. Anche dopo la sua morte, avvenuta ad Aquila, nel 1444, Bernardino continuò la sua opera di pacificazione. Infatti il suo corpo dentro la bara cominciò a versare sangue e il flusso si arrestò soltanto quando le fazione della città si rappacificarono.

Redazione Segnala "

Non passò molto tempo che il fondatore di Aniane comprese la necessità di conformarsi alla regola che S. Benedetto aveva dato ai monaci dell'occidente come più confacente alle loro aspirazioni. Verso l'anno 787 fece costruire una sontuosa chiesa e un grande monastero. I monaci si adoperarono per riunire il materiale necessario, trascinati dall'esempio del loro abate, sempre il primo non solo al coro, ma anche al trasporto della terra, del legname e delle pietre. Nei momenti liberi dalle attività, Benedetto approfondiva lo studio della regola benedettina, visitava monasteri e si faceva istruire da religiosi competenti. Stabilì dei cantori, dei lettori, dei grammatici, degli esegeti perché tenessero regolari corsi ai monaci e anche ai chierici; fondò una biblioteca, riunì vasi e vesti sacre, e si procurò con sollecitudine quanto era necessario all'opus Dei. La sua abbazia fu presto conosciuta da tutti, e la fama di essa giunse alle orecchie del re.

"
Redazione Segnala "

Questo zingaro di Cristo, primogenito dei quindici figli che Battista, agiato agricoltore e merciaio, ebbe da Anna Barbara Grandsire, nacque il 26-3-1748 ad Amettes, nella diocesi di Boulogne-sur-Mer, nell'Artois (Francia). Il padre sognò il sacerdozio per quel suo figliuolo che fin dall'infanzia dava segni di tenera devozione e di oblio di sé. A dodici anni lo affidò alle cure di suo fratello, Don Francesco, parroco di Erin, perché lo preparasse alla prima comunione e allo studio del latino. Attratto dalla grazia, Benedetto prese a praticare austerità superiori all'età.

"
Redazione Segnala "

Basilio, dottore della Chiesa e primo dei Padri Cappadoci, nacque a Cesarea verso il 330 da un ricco rètore e avvocato. Suo nonno era morto martire nella persecuzione di Diocleziano e sua nonna, Macrina, era stata discepola di S. Gregorio Taumaturgo nel Ponto. Ebbe 5 fratelli tra cui Gregorio, poi vescovo di Nissa, e Pietro, vescovo di Sebaste, e 5 sorelle. La primogenita, Macrina, visse nella sua proprietà di Annesi che aveva trasformata in monastero.

"
Redazione Segnala "

E’ il primo santo negro canonizzato dalla Chiesa. Egli nacque a San Fratello, nei pressi di Messina, nel 1526, da africani venduti schiavi in Sicilia. Suo padre, Cristoforo Manasseri, aveva ereditato il nome dal padrone, e aveva sposato Diana Larcari. Entrambi erano ferventi cristiani, II loro primogenito, Benedetto, fu affrancato e allevato con cura nella pietà e nell'amore di Dio. Fin dall'età di dieci anni manifestò una tale spiccata tendenza per la solitudine e la penitenza, che i suoi conoscenti presero a designarlo con l'epiteto: "il santo moro".

"
Redazione Segnala "

È una contemporanea di S. Delfina a offrire l'esempio forse più impressionante della santità di una madre di famiglia - e di una famiglia numerosa. Contrariamente alla santa provenzale e al suo sposo Elzeario, che in qualche modo trascesero la loro vita coniugale e la loro prerogativa di signori di un dominio di cui si spogliarono, Brigida di Svezia - quella che è chiamata "la profetessa del Nord " - è stata, nel senso completo del termine, sposa, madre, e ha esercitato le più alte funzioni alla corte del suo paese, e poi nel cuore stesso della cristianità. Si potrebbe dire che la sua traiettoria ha un senso completamente inverso a quello di Delfina di Sabran. E poiché appartengono allo stesso tempo, e hanno preoccupazioni analoghe, il contrasto le rende entrambe più sorprendenti.

"
S - Santi B: S. Brandano
Redazione Segnala "
In Scozia, nell'isola di Iona, si forma alla vita monastica un altro santo:Brandano, giustamente soprannominato "il Navigatore".
Illustrerà le lettere irlandesi con il favoloso racconto di viaggio che gli è attribuito; però prima di intraprendere la famosa Navigazione san Brandano aveva fondato, nella contea di Gaiway, il monastero di Clonfert, di cui sono tuttora visibili i resti; questo nel 557. Si dice che anche Clonfert raccogliesse oltre tremila monaci.
"

Ricerca di contenuti cattolici

Sottocategorie

· Tutte le Categorie
· Ap - Apologetica
· Ap - Chiesa primitiv
· Ap - Nemici della Ch
· Ap - Non cattolici
· Ap - Quesiti di stor
· Ap - Temi controv.
· B - Beati A
· B - Beati B
· B - Beati C
· B - Beati D
· B - Beati E
· B - Beati F
· B - Beati G
· B - Beati H-L
· B - Beati M
· B - Beati N-O
· B - Beati P-R
· B - Beati S-T
· B - Beati U-Z
· B - santi e beati
· Bib - Come interpret
· Bib - Errori esegesi
· Bib - Testi inelud.
· Ch - Contro corrente
· Ch - Crisi
· Ch - Persecuzioni
· Ch - Sentire nella C
· Cont - Dissenso catt
· Cont - Eretici mod.
· Cont - Miscellanea
· Cont - Teol liberaz.
· Dev - Altre devoz.
· Dev - Devoz. Mariane
· Dev - Sacro Cuore
· Dev - San Giuseppe
· Dev - SS Eucarestia
· Ec - Attualità ecum.
· Ec - Dialogo interr.
· Ec - Magistero fond.
· Ec - Orientali
· Ec - Temi ecum.
· Ev - Asp. particol.
· Ev - Catechesi
· Ev - Islam
· Ev - Nuova evangel.
· Ev - Testimoni di G.
· Fil - Breve corso
· Fil - Gnoselogia
· Fil - Miscellanea
· Fil - Temi metafisic
· Fil- Storia filosof.
· Lit - Anno liturgico
· Lit - Congr Culto
· Lit - Direttorio lit
· Lit - Miscellanea
· Lit - Ore liturgiche
· Lit - Santa Messa
· Mor - Bioetica
· Mor - Dott. Sociale
· Mor - Economia
· Mor - Omosessualità
· Mor - Pace e pacif.
· Mor - Questioni
· Mor - Sull'Aids/Hiv
· Pont.Cons.Testi Leg.
· S - Santi A
· S - Santi B
· S - Santi C
· S - Santi D
· S - Santi E
· S - Santi F
· S - Santi G
· S - Santi H-K
· S - Santi in cammino
· S - Santi L
· S - Santi M
· S - Santi N-P
· S - Santi Q-R
· S - Santi S
· S - Santi T
· S - Santi U-Z
· Sac - Celibato sac.
· Sac - Laicato
· Sac - Perfectae char
· Sac - Spiritualità
· Sacr - Battesimo
· Sacr - Confermazione
· Sacr - Eucarestia
· Sacr - Istit da Gesù
· Sacr - Matrimonio
· Sacr - Ordine
· Sacr - Penitenza
· Sacr - Sacramentali
· Sacr - Unzione inf.
· Sc - Evoluzionismo
· Sc - Psicologia
· Sc - Scienza e fede
· Storia - età antica
· Storia - Modernità
· Storia - Secolo lumi
· Storia cristiana
· Teol - Ascetica
· Teol - Dir. canonico
· Teol - Fondamentale
· Teol - Mariologia
· Teol - Morale
· Teol - Patristica
· Teol - Questio disp.
· Tom - Magistero pont
· Tom - Scritti di Tom
· Tom - Scritti su Tom
· Vita - Attualità
· Vita - Catechesi
· Vita - Educazione
· Vita - Famiglia
· Vita - Figli&consigl
· Vita - La droga
· Vita - Le virtù
· Vita - Preghiera
· Vita - Procreazione
· Vita - Vita interior

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder

TT Forum News