Nato nell'890 in Germania, deve la sua formazione allo zio Adalberone, vescovo e principe di Augusta. Nel 908 lo zio lo avvia al sacerdozio. Nel 923, alla morte del vescovo Hiltino, la popolazione di Augusta e il re di Germania Enrico I lo designano vescovo. Così per cinquanta anni Ulderico sarà l'insigne custode del cammino spirituale della popolazione e del clero e il suo episcopato sarà caratterizzato dal mirabile spirito di penitenza, generosità e vigilanza.

Veronica Giuliani, al secolo Orsola, è una delle più grandi mistiche della storia. Ebbe numerose rivelazioni e ricevette le Stimmate. Nata a Mercatello sul Metauro, presso Urbino, nel 1660, visse cinquant'anni nel monastero delle Clarisse di Città di Castello. Entratavi 17enne, vi morì nel 1727, dopo essere stata cuoca, infermiera, maestra delle novizie e badessa. Il direttore spirituale le ordinò di trascrivere le sue esperienze mistiche e il risultato è il «Tesoro nascosto», pubblicato tra il 1825 e il 1928. Morì nel Venerdì Santo, dopo 33 giorni di malattia. È santa dal 1839.

Da giovane visse una spiritualità semplice e ordinaria, fatta dell'ascolto quotidiano della Messa. Gli anni seguenti segnarono la sua vita, sia per le difficoltà economiche, sia per la morte del padre, della sorella Francesca e infine, nel 1814, della stessa madre. Malgrado ciò Vincenza accettò questi avvenimenti come volontà di Dio. Con la costanza della preghiera si impegnò in parrocchia e organizzò un oratorio femminile con incontri, ritiri e scuole pratiche di lavoro domestico. Con Bartolomea Capitanio, che conobbe nel 1824, diede vita a una fondazione religiosa regolare per soccorrere le persone nelle condizioni più misere e soprattutto per l'educazione delle ragazze. Morta prematuramente la Capitanio, Vincenza acconsentì a continuare l'impresa che, approvata da Gregorio XVI nel 1840, si diffuse rapidamente in tutta la Lombardia e anche nel Trentino e nel Veneto.

Santa Viborada, rimasta orfana si ritirò come solitaria in una cella presso la chiesa di S. Giorgio dove, con preghiere ed esercizi ascetici, si preparò alla vita di reclusa (pratica di ascetismo femminile che continuava, nell’ambiente occidentale, la vita eremitica dei primi secoli, di solito vicino a delle comunità monastiche, dalle quali ricevevano un po’ di cibo e assistenza spirituale). Visse in questa condizione dieci anni, dedita alla preghiera e all’ascetismo ed, essendo dotata del dono della profezia, dispensando molti consigli. Viborada fu uccisa dai Magiari (o Ungari) che compirono devastanti e periodiche incursioni in quella zona, il 2 maggio 926.

Appartenente alla nobile famiglia dei Baldassini, originaria della Germania. Ordinato sacerdote nel 1114, qualche anno più tardi Ubaldo veniva eletto priore della sua canonica, di cui riformò la disciplina e il costume. La fama del suo nome e delle sue virtù si era diffusa al di fuori della sua città, tanto che Perugia nel 1126 lo acclamò suo vescovo. Ubaldo però, schivo di tanto onore, si recò subito a Roma per chiedere al Papa Onorio II di essere esonerato da tale incarico, ottenendone grazia. Il vescovo Ubaldo governò la diocesi di Gubbio per 31 anni, durante i quali superò felicemente avversità ed ostacoli, riuscendo a piegare con la dolcezza i suoi nemici e ad ammansire gli avversari con la mitezza d’animo.

Nacque il 2-8-1897 a Trivolzio (Pavia), Assetato di Dio, quando disponeva di una certa libertà, il santo si immergeva talmente nella preghiera da perdere la nozione del tempo e dell'avvicendamento delle persone nei vari uffici. In un anno e mezzo di professione semplice egli trovò quello che sospirava: "la più grande consolazione dell'anima e la più invidiabile pace dello spirito". Per il suo angelico sorriso tutti lo chiamavano "il S. Luigi di Brescia". 

 

Il Santo non si curava delle novità del mondo perché considerava bagattelle quanto si riferiva a questa misera vita. Non prestava orecchio alle mormorazioni. A tavola sovente si vedeva piangere alla lettura di qualche libro edificante. Per meglio conservare in sé la disposizione al dolore sensibile, egli supplicava il lettore di ripetere due o tre volte il brano che lo aveva intenerito.

Redazione Segnala "

Il Pallotti visse sotto il burrascoso pontificato di sei papi. La massoneria imperava e i patrioti provocavano sollevazioni per affrettare l'unificazione d'Italia. Quando, con l'assassinio di Pellegrino Rossi, Pio IX si trovò solo, il nostro santo fu tra i pochi che ebbero il coraggio di andarlo a confortare e confessare. Quando il papa fuggì a Gaeta, egli, cercato a morte, si ritirò nel Collegio Irlandese da dove scrisse lettere animatrici a Ferdinando II, re di Napoli, ai cardinali, agli studenti del Collegio Urbano, al presbiterato inglese e ai suoi figli spirituali: D. Raffaele Melia e D. Giuseppe Faà di Bruno, che a Londra lavoravano per l'erezione della chiesa di San Pietro per gl'italiani.

"
Redazione Segnala "

Un giorno, dopo un successo riportato in un torneo, una giovane donna gli si avvicinò e danzò con grazia alla sua presenza per celebrarne il trionfo. A quello spettacolo Vulstano sentì per un istante la fiamma della passione impura sconvolgergli l'animo. Per non restarne vittima prese l'eroica decisione di andarsi ad avvoltolare in uno spinoso cespuglio. Mentre senza pietà martoriava il suo corpo, versava abbondanti lacrime per il timore di aver acconsentito alla tentazione. In premio di tanta virtù Dio gli concesse di allontanarsi di là con l'anima tranquilla, e di non essere tormentato mai più da stimoli sensuali.

"
S - Santi U-Z: San Vincenzo Pallotti
Redazione Segnala "

Nel 150° anniversario della morte e 50° della beatificazione dell'animatore dell'apostolato dei laici

 Nelle numerose celebrazioni del Giubileo si inserisce anche quella commemorativa di san Vincenzo Pallotti. Nato a Roma il 21 aprile 1795, viene ordinato sacerdote il 16 maggio 1818.

Muore nei pressi della chiesa di san Salvatore in Onda il 22 gennaio 1850. Anche se non si hanno testimonianze dirette del suo intervento nell'anno giubilare 1825, l'unico al quale il «sacerdote di Roma» ha partecipato attivamente, i momenti più significativi della sua vita sono segnati dagli avvenimenti giubilari. Una curiosità da ricordare a proposito è il luogo in cui è nato: Via del Pellegrino 130. Quest'ultima, infatti, era un tratto dell'antica Via Peregrinorum, tragitto che i pellegrini percorrevano per raggiungere le Basiliche romane. Nel 1850, anno giubilare mancato a causa delle vicende politiche, muore circondato dall'affetto della folla che ha trovato in lui una testimonianza vivente di Cristo. Il 22 gennaio dell'Anno Santo 1950 Pio XII lo proclama beato. Infine, il 22 gennaio del 2000, durante il Grande Giubileo, cade il 150° anniversario della sua morte e il 50° della beatificazione.

"
Redazione Segnala "

Ugo nacque dal conte Dalmazio, signore di Semur (Borgogna) e da Aremberga de Vergy, nel 1024. Il padre avrebbe voluto dargli un'educazione militare, ma il santo, incline alla carità e alla pace, al maneggio delle armi preferì lo studio nel monastero di San Marcello, di cui il vescovo di Chalon-sur-Saóne, suo zio, era abate. Vi fu ricevuto novizio. A quattordici anni, non volendo resistere alla chiamata di Dio e temendo la collera del padre che lo voleva ricondurre nel secolo, si recò direttamente all'abbazia di Cluny, fondata nel 910 da Guglielmo il Pio, conte d'Aquitania, presso Màcon, sotto la direzione dell'abate benedettino il B. Bernone di Baume.

"
Redazione Segnala "

Ugo nacque verso il 1053 a Chàteauneuf d'Isère, nella diocesi di Valenza (Delfìnato), dalla seconda moglie dell'ufficiale Odilone che, più avanti negli anni, si ritirò per il consiglio del figlio nella Certosa. La madre, rimasta sola al mondo, si diede alle opere di carità e di penitenza.

Il Santo fece con successo i suoi studi a Valenza. A Reims fu alla scuola di S. Bruno, maestro di filosofia e teologia. Frequentò pure le università e, anziché perdere la fede o macchiare i costumi, prese la risoluzione di servire Dio nello stato ecclesiastico. Diventato canonico della cattedrale di Valenza, si distinse per una grande modestia che servì a dar maggior lustro ai suoi talenti. Ugo, vescovo di Die e più tardi arcivescovo di Lione, legato di S. Gregorio VII in Francia, di passaggio a Valenza notò il giovane canonico, lo apprezzò e lo prese al proprio seguito come consigliere nella lotta contro la simonia e la clerogamia, i due principali mali che funestavano allora la Chiesa.

"
Redazione Segnala "

II Ferreri (in catalano Ferrer) è giustamente considerato come uno dei più grandi predicatori di tutti i tempi. Nacque a Valenza (Spagna) nel 1350 da una famiglia borghese. Uno dei suoi fratelli, Bonifacio, divenne più tardi Priore della Grande Certosa. Egli stesso vestì l'abito religioso nel convento domenicano della sua città natale (1367). I primi suoi biografi ci dicono che nell'anno di probazione egli fu "di una umiltà senza finzione, di un'orazione senza tiepidezza, di un'assiduità senza noia, di un'affabilità senza ombre". In vari conventi dell'Ordine, ma specialmente nello studio di Tolosa (Francia) ricevette una solida formazione intellettuale. Dovette apparire d'ingegno non comune se fu incaricato, appena ventenne, d'insegnare logica a Lérida (Spagna).

"
Redazione Segnala "

Questo discepolo di S. Paolo della Croce nacque a Civitavecchia 1' 1-1-1745, da Giuseppe ed Eleonora Cori, farmacisti. Da bambino Vincenzo fu gracile, estremamente vivace, ma molto incline alla preghiera e all'amore verso i poveri, ai quali donava persino le proprie vesti. Sentendosi inclinato alla vita sacerdotale volle indossare molto presto la veste talare, felice di poter comunicare ai bambini del catechismo parrocchiale quanto imparava nelle scuole private.

"
Ugo nacque verso il 1053 a Chàteauneuf d'Isère, nella diocesi di Valenza (Delfìnato), dalla seconda moglie dell'ufficiale Odilone che, più avanti negli anni, si ritirò per il consiglio del figlio nella Certosa. La madre, rimasta sola al mondo, si diede alle opere di carità e di penitenza.

Ricerca di contenuti cattolici

Sottocategorie

· Tutte le Categorie
· Ap - Apologetica
· Ap - Chiesa primitiv
· Ap - Nemici della Ch
· Ap - Non cattolici
· Ap - Quesiti di stor
· Ap - Temi controv.
· B - Beati A
· B - Beati B
· B - Beati C
· B - Beati D
· B - Beati E
· B - Beati F
· B - Beati G
· B - Beati H-L
· B - Beati M
· B - Beati N-O
· B - Beati P-R
· B - Beati S-T
· B - Beati U-Z
· B - santi e beati
· Bib - Come interpret
· Bib - Errori esegesi
· Bib - Testi inelud.
· Ch - Contro corrente
· Ch - Crisi
· Ch - Persecuzioni
· Ch - Sentire nella C
· Cont - Dissenso catt
· Cont - Eretici mod.
· Cont - Miscellanea
· Cont - Teol liberaz.
· Dev - Altre devoz.
· Dev - Devoz. Mariane
· Dev - Sacro Cuore
· Dev - San Giuseppe
· Dev - SS Eucarestia
· Ec - Attualità ecum.
· Ec - Dialogo interr.
· Ec - Magistero fond.
· Ec - Orientali
· Ec - Temi ecum.
· Ev - Asp. particol.
· Ev - Catechesi
· Ev - Islam
· Ev - Nuova evangel.
· Ev - Testimoni di G.
· Fil - Breve corso
· Fil - Gnoselogia
· Fil - Miscellanea
· Fil - Temi metafisic
· Fil- Storia filosof.
· Lit - Anno liturgico
· Lit - Congr Culto
· Lit - Direttorio lit
· Lit - Miscellanea
· Lit - Ore liturgiche
· Lit - Santa Messa
· Mor - Bioetica
· Mor - Dott. Sociale
· Mor - Economia
· Mor - Omosessualità
· Mor - Pace e pacif.
· Mor - Questioni
· Mor - Sull'Aids/Hiv
· Pont.Cons.Testi Leg.
· S - Santi A
· S - Santi B
· S - Santi C
· S - Santi D
· S - Santi E
· S - Santi F
· S - Santi G
· S - Santi H-K
· S - Santi in cammino
· S - Santi L
· S - Santi M
· S - Santi N-P
· S - Santi Q-R
· S - Santi S
· S - Santi T
· S - Santi U-Z
· Sac - Celibato sac.
· Sac - Laicato
· Sac - Perfectae char
· Sac - Spiritualità
· Sacr - Battesimo
· Sacr - Confermazione
· Sacr - Eucarestia
· Sacr - Istit da Gesù
· Sacr - Matrimonio
· Sacr - Ordine
· Sacr - Penitenza
· Sacr - Sacramentali
· Sacr - Unzione inf.
· Sc - Evoluzionismo
· Sc - Psicologia
· Sc - Scienza e fede
· Storia - età antica
· Storia - Modernità
· Storia - Secolo lumi
· Storia cristiana
· Teol - Ascetica
· Teol - Dir. canonico
· Teol - Fondamentale
· Teol - Mariologia
· Teol - Morale
· Teol - Patristica
· Teol - Questio disp.
· Tom - Magistero pont
· Tom - Scritti di Tom
· Tom - Scritti su Tom
· Vita - Attualità
· Vita - Catechesi
· Vita - Educazione
· Vita - Famiglia
· Vita - Figli&consigl
· Vita - La droga
· Vita - Le virtù
· Vita - Preghiera
· Vita - Procreazione
· Vita - Vita interior

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder

TT Forum News